Crea sito

Vai al contenuto

"Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare. (Jim Morrison)"

- - - - -

Riflessioni sulla citazione del Talmud: Chi salva una vita salva il mondo intero


Immagine inserita
Chi salva una vita salva il mondo intero...
Questa è una famosissima citazione del Talmud (uno dei testi sacri dell'Ebraismo)

A mio parere, questa frase, è ricchissima di significati.
Mi fa capire l'importanza di non lasciarsi andare all'insensatezza della società moderna, che è importante migliorarsi e difendere valori e principi morali quasi derisi al giorno d'oggi.

Parlo di uguaglianza, rispetto, solidarietà e fratellanza.

Ovvio che salvare un'unica vita su circa 7 miliardi di persone non cambierà di certo le cose ma è altrettanto vero che non cambierà mai nulla continuando a rimanere impassibili e inermi di fronte all'insensatezza di certi esseri umani.

Gandhi, fra i tanti pensieri espressi, disse anche: "Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" e "Solo chi è così folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero."

Se vogliamo rendere migliore questo mondo non possiamo rimanere in silenzio, non possiamo continuare a far finta di niente, non possiamo girarci dall'altro lato quando assistiamo a violenze e ingiustizie.

Se vogliamo un futuro migliore, per noi e per le future generazioni, dobbiamo iniziare a cambiare i nostri pensieri, a migliorarci, ad iniziare a credere che ci sia ancora speranza per questo mondo e dobbiamo farlo iniziando da piccoli gesti, piccole rinunce.

Un lungo viaggio inizia sempre con un passo iniziale e poi un altro e un altro ancora.

Quello che mi chiedo inoltre è: perché applicare questo concetto di "vita importante e preziosa" solo nei confronti degli esseri umani?

Non ha un cane dei sentimenti? Non prova emozioni? La sua coda non si muove per la gioia nel rivedervi?
Ah già, noi Italiani non mangiamo mica i cani ma... c'è chi lo fa e per me non sono più criminali di chi riserva tale trattamento ai maiali, ai cavalli, agli agnelli e/o a qualunque altro essere vivente.

Un cane è "amico per noi" ed è cibo per altri;
Un maiale (che in termini di emozioni è ben più dotato di un cane, tanto da essere paragonabile ad un bambino di 4 anni) è cibo per noi ma è "immangiabile" per altre culture;
Una mucca è cibo per noi ma è sacra per gli Indiani (non mi riferisco ai Pellerossa/Indiani d'America. Parlo degli Indiani dell'India);
Un cavallo è cibo per molti ma è stato un fedele compagno ed un grande amico (a volte l'unico) per molti uomini del passato (in riferimento ai periodi storici dove il rapporto tra l'uomo e il cavallo era molto solido) e ad oggi viene persino usato nell'Ippoterapia.

Allora mi viene il dubbio che sia solo una questione di retaggio culturale... siamo stati abituati così e così continuiamo a fare convinti che questa sia la cosa giusta.

Siamo abituati ad avere i cani come "compagni di vita" e pertanto definiamo "mostri" chi li mangia ma... è facile giudicare "loro" e farsi poi la bistecca al sangue a cena... molto più difficile è rendersi conto che quella bistecca non è altro che il pezzo di un cadavere di un animale che ha vissuto una vita di dolori, sofferenze e paure per poi finire morto ammazzato col solo scopo di putrefarsi nel vostro stomaco.

Quanti di voi hanno mai pensato che quella bistecca non è molto diversa dalla carne di un cane morto? Quanti di voi provano compassione alla vista di un cane morto ma non provano alcuna pietà per quella stessa bistecca che avete nel piatto? Quanti di voi vedendo una mucca morta in strada pensano "cibo"?

Non riuscite a capire che quel cane, quel gatto, quel coniglio, quella mucca, quell'agnello, quel maiale, quel cavallo, sono tutti esseri viventi "senzienti" che desiderano vivere una vita lunga, felice e dignitosa?

Citazione

Quando un essere umano uccide un animale per mangiarlo, soffoca la propria aspirazione alla giustizia. L'uomo invoca misericordia, ma è incapace di manifestarla agli altri. Perché allora dovrebbe aspettarsi la misericordia da Dio? (Steven Rosen)

Ritornando alla citazione iniziale: Chi salva una vita salva il mondo intero...
Beh, concorderete con me che un qualunque animale è vivo tanto quanto noi umani e pertanto non dovremmo noi, in quanto razza superiore, prenderci cura di loro e impegnarci a difendere il loro diritto alla vita?

Citazione

Il compito più alto di un uomo è sottrarre gli animali alla crudeltà. (Emile Zola)

E non venite a dirmi che "è necessario", che è naturale, che si è sempre fatto così e così deve continuare ad essere, che anche le piante soffrono ecc ecc..

  • Io sono vegetariano da diversi anni e godo di ottima salute (C'è chi lo è da una vita intera ed ha vissuto la sua vita in ottima salute). Non vivendo in un ambiente dove "o caccio/mangio o muoio" posso fare benissimo a meno di cibarmi di cadaveri (in quel caso, per carità, Mors tua vita mea);

  • Se fosse naturale avremmo denti, artigli e apparato digerente, ben diversi da quelli attuali (Provate ad inseguire una gallina, sgozzarla e mangiarvela cruda, senza sprecare nulla, come in natura avviene, e ditemi com'è stato l'aver seguito "il corso naturale degli eventi");

  • Ci sono stati tempi in cui il razzismo era a livelli assurdi, la donna non valeva niente, il sistema e la vita erano ben diversi da quelli attuali (Questo prova che "le cattive abitudini" vanno giustamente superate e che bisogna progredire e migliorarsi);

  • Riguardo alle piante... beh, vero che sono "vive" ma non hanno un sistema nervoso e quindi non risulta che possano provare "emozioni minimamente paragonabili a quelle del mondo animale" (Una carota non si lamenta se gli fai un pizzico mentre un cane piange e prova chiaramente dolore se gli pesti la coda. Non so per voi ma per me c'è una discreta differenza).

Potrei continuare a lungo ma so già che ben pochi leggeranno tutto ciò e non ha comunque molto senso raccontare il tutto.

Non è facile spiegarvi la mia posizione ma, a mio parere, se è vero che "Chi salva una vita salva il mondo intero" è altrettanto vero che anche gli animali sono "vivi" e quindi non mi va di essere né mandante né carnefice.

Forse è vero che una rondine non fa primavera ma so comunque di non essere solo.
Ci sono milioni di veg(etari)ani in Italia e nel mondo e anche loro, proprio come me, avendo rinunciato a questo modo di fare, possono guardare in faccia un qualunque "animale" senza provare più vergogna.

Non pretendo di "convertire" nessuno ma se anche uno solo di voi visitatori sarà arrivato a leggere fin qui e inizierà a guardare cosa c'è nel suo piatto beh... ne sarà valsa decisamente la pena di scrivere questo articolo.

Io, in ogni caso, continuerò a sperare che il giorno profetizzato da Leonardo Da Vinci arrivi presto.

Citazione

Verrà il tempo in cui l'uccisione di un animale sarà considerata alla stessa stregua dell'uccisione di un uomo. (Leonardo da Vinci)

Vi lascio un paio di link contenenti citazioni varie sull'essere veg:
http://it.wikiquote.org/wiki/Animali + http://www.animallib...t/aforismi.html + http://www.lavocedei...vegetariani.htm

Qui un ricchissimo e splendido blog sull'argomento: http://vegamami.altervista.org/

Ribadisco: "Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo"
(e un mondo dove l'uomo continua ad  essere causa di dolore, paura, sofferenza e morte, per tutti gli altri esseri viventi di questo splendido pianeta, non sarà mai un mondo completamente giusto).


2 Comments


Nicoletta Bocci
18 ott 2010, 21:53
;) sono finalmente vegetariana da 6 mesi, e ho 50 anni..avevo provato altre volte senza riuscire,non so cosa sia successo. So che sono contenta e mi sento leggera.
Grazie per la testimonianza Nicoletta :shocked:
Io di anni ne ho solo 28 e lo sono da cca 4/5 anni.
Ci provai da ragazzino (avevo circa 16 anni) ma allora non avevo internet, non avevo accesso alle informazioni d'oggi giorno e facendo di testa mia mi ritrovai a perdere molto peso e quindi dovetti rinunciare.
Alcuni anni dopo mi tornò "l'idea" e grazie al web, alle tante guide e alle tante informazioni riuscii a superare la fase iniziale e non tornerei indietro per nessun motivo al mondo ;)
Mi sento molto meglio, ho preso peso, sempre in ottima forma!
Non è mai troppo tardi per iniziare ;)